Le Ali di Mercurio

LOCANDINA-FAVATI-e1464811855418

16 Giugno i grandi bianchi irpini de I Favati in verticale a Cap’Alice

LOCANDINA-FAVATI-e1464811855418

At the Cap’alice, for the edition “Wines stories and vineyards”, an unmissable event for all enthusiast oenophiles, introduced by Marina Alimo. Undisputed main characters will be the Fiano d’Avellino DOCG Etichetta Bianca “Pietramara” and il Greco di Tufo DOCG Etichetta Bianca “Terrantica” of I Favati, presented by Rosanna Petrozziello. “The winehouse started at Cesinali with the idea to specialize in making Fiano di Avellino having a great successo and good acclaim. The wine always has been produced in the family, the oenologic tradition took origin in 1915. Today Rosanna, together with her husband Giancarlo Favati, bring forward all the acquired knowledge, linking it to the modern technologies and supported by the oenologist Vincenzo Mercurio, all with the common aim of quality and territory.”

For the entire article click on the link below, please.

Presso l’enosteria “Cap’alice”, per la rassegna “Storie di vini e vigne”, un evento imperdibile per gli appassionati enofili presentato da Marina Alaimo. Protagonisti indiscussi il Fiano d’Avellino DOCG Etichetta Bianca “Pietramara” e il Greco di Tufo DOCG Etichetta Bianca “Terrantica” de I Favati introdotti da Rosanna Petrozziello. “L’azienda è partita a Cesinali con l’idea di specializzarsi nel Fiano di Avellino riscontrando sempre successo ed ampi consensi. Il vino in famiglia si è sempre fatto, la tradizione vitivinicola risale al 1915. Oggi Rosanna, insieme al marito Giancarlo Favati, porta avanti il sapere maturato nel lungo tempo, aprendosi alle tecnologie moderne e avvalendosi della consulenza dell’enolo Vincenzo Mercurio con il fine comune della qualità e della territorialità.”

Per l’articolo completo cliccare sul link riportato alla voce fonte.

Fonte: lucianopignataro.it

CapaliceDOCGFianodiAvellinoIFavatiPietramaraEtichettaBiancaStoriediVinieVignetastingTerranticaEtichettaBianca

francesca • 6 giugno 2016


Previous Post

Next Post