Le Ali di Mercurio

21192461_758691684332907_1131880632205738535_n

Fiano di Avellino, dieci etichette da comprare senza ritegno nel 2017 – Luciano Pignataro wineblog

Fiano di Avellino 2016 Docg of Tenuta Sarno 1860 as one of the best expression of Fiano di Avellino Docg. “A fine white wine that would need more wineries believing in its potentials over time. (…) Absolutely interesting and successful the bond between the oenologist Vincenzo Mercurio and Maura Sarno (Tenuta Sarno’s owner): a wine, constantly at high quality, that during its vertical tastings shows the variations according to different vintages. A wine with good fruits scents and a fresh minerality, with a strong acidity. We just have to wait , as happened with the previous  ones.” (Luciano Pignataro)

For the entire article click on the link below, please.

Fiano di Avellino 2016 docg Tenuta Sarno 1860 tra le migliori interpretazioni: “Un grande bianco che avrebbe bisogno di più aziende che credono nelle sue potenzialità evolutive. (…) Decisamente interessante e proficuo il rapporto tra Vincenzo Mercurio e Maura Sarno: un vino, sempre ad alto livello, che nelle verticali esprime le differenze tra le diverse annate. (…) Un vino che si colloca a metà tra Lapio e Montefredane, ossia buona frutta al naso e tanta fresca mineralità al palato con un acidità spiccata e ancora scissa. Non ci resta che attendere con pazienza, come è avvenuto con i precedenti.” (Luciano Pignataro)

Per l’articolo completo cliccare sul link riportato alla voce fonte.

Fonte: www.lucianopignataro.it

CandidaDOCGFianodiAvellinoIrpinialucianopignataroTenutaSarno1860

francesca • 15 agosto 2017


Previous Post

Next Post