Le Ali di Mercurio

wining-logo-90

Vignaioli irpini “Comuni nel Vino”: unione, strategia e valorizzazione del territorio

34-20160119_214537-768x432

Umberto Gambino talks about his partecipation to the event “Comuni nel Vino – wines from Irpinia at Rome” having as starring three small and interesting wineries from Avellino area (Campania), among Montemarano-Paternopoli-Castelvetere. “It is a zoning project in the DOC Irpinia Campi Taurasini, all supported by the same oenologist Vincenzo Mercurio (…) Which is the main aim? Realizing an input on tiptoe in the Taurasi area in particular in the southest part of the territory crossed by the Calore river. The expert oenologist Vincenzo Mercurio explains how the quality of a wine territory is not based on the spearhead of few excellent bottles produced by a cellar, but on the quality of many bottles of basic wines produced.” A very vivid experience that showed us the smiling and curious face of three couples of wine producer, ready to win their bet that is to present a small territory within the Irpinia largest area well known for the production of the most famous Taurasi.”

For the entire article click on the link below, please.

Una interessante e puntuale descrizione dei vini e del progetto Comuni nel Vino su wining.it per l’evento “Irpini a Roma” che ha visto protagoniste tre piccole e singolari cantine dell’Avellinese – Stefania Barbot, De’Gaeta, RaRo – comprese nel triangolo Montemarano-Paternopoli-Castelvetere. “Si tratta di un progetto di “zonazione”, condotto dalle tre aziende nell’area della Doc Irpinia Campi Taurasini, coordinate tutte dallo stesso enologo, Vincenzo Mercurio. (…) L’obiettivo dichiarato? Realizzare un ingresso in punta di piedi nell’areale del Taurasi, in particolare nel settore più meridionale del territorio attraversato dal fiume Calore. Il bravo Vincenzo Mercurio spiega infatti che “la qualità di un territorio vinicolo non si misura dalla punta di diamante delle poche bottiglie di eccellenza prodotte, ma dalla qualità delle numerose bottiglie prodotte di vini base”. (…) Un’esperienza viva e vivace quella di “Comuni nel Vino” che ci ha mostrato il volto sorridente e curioso allo stesso tempo di tre coppie di vignaioli, pronti a vincere la loro scommessa: far conoscere un piccolo territorio all’interno di un’area più grande (l’Irpinia) nota fra gli appassionati per un vino molto impegnativo qual è il Taurasi.”

(Umberto Gambino)

Per l’articolo completo cliccare sul link riportato alla voce fonte.

 

Fonte: wining.it

CampiTaurasiniComuninelVinoDe'GaetaDocIrpiniaRaRoStefaniaBarbotUmbertoGambinowining

francesca • 22 agosto 2016


Previous Post

Next Post