Le Ali di Mercurio

copertina_vitigno_e_terroir

Vitigno e Terroir a Baronissi con Ais Salerno

Enrico Malgi tells about the VIII edition of & Terroir – Il Salotto del Vino Monovitigno Autoctono Campano. At Villa Farina, Baronissi with the collaboration of AIS Salerno led by Nevio Toti: “ The native varietals introduced during the two days were Aglianico, Piedirosso, Fiano, Greco, Falanghina and Coda di Volpe. Moreover, there was a special focus on the Aglianicone grape variety.” The winemaker Vincenzo Mercurio led a section on the cru of Fiano di Avellino, in particular during this event he underlined the difference between geology, pedology and the microclimate in the most famous Fiano di Avellino areas.

For the entire article click on the link below, please.

Enrico Malgi ci parla della VIII edizione di Vitigno & Terroir – Il Salotto del Vino Monovitigno Autoctono Campano, ospitata nelle vaste e splendide sale di Villa Farina di Baronissi ed organizzata dalla delegazione A.I.S. di Salerno con a capo Nevio Toti: “Le specie varietali autoctone regionali presentate nelle due serate sono state l’aglianico, il piedirosso, il fiano, il greco, la falanghina e la coda di volpe.  Per l’occasione poi è stato acceso uno speciale focus riservato proprio all’aglianicone.” A Vincenzo Mercurio il compito di guidare i partecipanti attraverso i cru del Fiano di Avellino di cinque aziende irpine; in particolare nel corso della serata sono state evidenziate le differenze tra geologia, pedologia e microclima degli areali più famosi del Fiano di Avellino. (Enrico Malgi)

Per l’articolo completo cliccare sul link riportato alla voce fonte.

Fonte: www.lucianopignataro.it

aglianiconeAISsalernoBaronissiDOCGenricomalgiFianodiAvellinoIFavatiNevioTotiTenutaSarno1860VillaFarinaVitignoeTerroir

francesca • 28 aprile 2017


Previous Post

Next Post